Reti a maglia o a pannelli a seconda dell’esigenza

Le reti in commercio possono essere in rotoli a maglia intrecciata o elettrosaldata oppure in pannelli. La tipologia da scegliere dipende molto dalla funzione che la stessa deve assolvere.
Se il terreno presenta dislivelli è necessario ricorrere alla rete romboidale, come ad esempio la Replax T70. Se invece il terreno è in piano, puoi scegliere qualsiasi rete in rotoli: la Combiplax offre un ottimo compromesso qualità-prezzo nella categoria delle reti elettrosaldate e contribuisce ad “arredare” il giardino.
Se la necessità non è poi soltanto estetica, ma anche quella di recintare per contenere un animale domestico o per evitare che un cinghiale o un capriolo entrino in giardino, le esigenze cambiano. In questo caso sarà necessario scegliere una rete con uno spessore di filo superiore come ad esempio le tipologie Everplax o Esaplax.
La rete Novaplax, invece, sta a metà strada tra le due precedenti.
Tra le reti si trovano anche i cancelletti pedonali, che si installano con facilità con il sistema Vortek e per i quali il nostro personale qualificato è a disposizione per una consulenza completa.

I prodotti migliori per la tua recinzione

Potrebbe interessarti anche

Visualizzazione di 1-16 di 27 risultati

I pannelli coniugano la sicurezza all’estetica

I pannelli con un filo rigido da 5 millimetri hanno una struttura molto più robusta e offrono maggiore protezione rispetto alla rete in rotoli. Sono più cari, ma si ottiene un risultato finale maggiormente rifinito oltre ad essere particolarmente indicati quando la proprietà da recintare è di maggior pregio.
Sono disponibili con altezze che partono dai 102 cm fino ai 192 e tecnicamente sono realizzati con zincatura a caldo e fosfato allo zinco e sono rivestiti in poliestere.

La pinza lario, un utile accessorio per accorciare i tempi di installazione

Per recintare, normalmente, si posizionano i pali, l’eventuale saetta, poi ci si concentra sul filo tensionamento. A quel punto si applica la rete, che va unita al filo di tensionamento con il filo di legatura. L’annodatura manuale è scontata per brevi tratti di recinzione, ma se il perimetro inizia a diventare di lunghezza importante, superando i 30-40 metri, allora far ricorso alla pinza lario semplifica di molto la vita dell’installatore e i tempi di posa. La pinza si comporta come una pinzatrice, con un caricatore ad anelli che automatizzano e velocizzano la legatura.

VORTEK S.R.L.

Sede legale:
Frazione Viebolche, n. 23
13835 VALDILANA (BI)

Magazzino:
Regione Fornace, n. 21/B
13835 VALDILANA (BI)

© 2024 VORTEK S.R.L. – Frazione Viebolche, n. 23 13835 VALDILANA (BI) P.IVA E CODICE FISCALE: 02401150020
Credits: Filippo Miotto

Fino al 30 aprile

Sconto del 10%

su tutte le reti Replax T70